Header

IL PRIMO CUOCO ITALIANO CHE HA PRESENTATO UN PROGETTO DI RISTORAZIONE E NUTRACEUTICA AL 3° CONGRESSO NAZIONALE SINUT A MILANO NEL 2012

Blog

SOL PIZZA

Pubblicato da: Chef Giuseppe Manolo Bontempo

0
comments:
  • Set
  • 3


Se la musica è terapeutica e riesce ad armonizzare il corpo e la mente portando benefici alla nostra salute, perché non provare a fare una pizza che maturi e lieviti  con la bellezza e la tranquillità del suono?

Il progetto Sol Pizza nasce dall’idea di presentare un tipo di pizza gourmet che abbia una speciale lavorazione con una maturazione e lievitazione  eseguita a più fasi e a temperature controllate. Perché una pizza gourmet? Perché l’impasto di questo tipo di pizza richiede un’attenzione e una cura particolari. Non si può improvvisare  una pizza gourmet: non ci vogliono solamente ingredienti ricercati, ci vuole soprattutto studio, conoscenza e costanza, passione e sensibilità. Con la pizza gourmet “il pizzaiolo” non esiste più, la pizza si è spostata in un altro livello dove niente è lasciato al caso.

L’impasto di Sol Pizza si ottiene tramite un procedimento indiretto e l’assemblaggio di due lieviti tra cui il lievito madre. Una parte della maturazione dell’impasto non avviene in frigorifero, come per la maggior parte degli impasti a 4°C, ma in speciali celle appositamente progettate e costruite da noi con temperature che oscillano fra 10 e 20°C e con musica in filo diffusione per meglio rilassare la maglia glutinica dell’impasto e favorire una corretta lievitazione. Le farine utilizzate sono farine di forza, ma non troppo, e con germe di grano del molino “Denti”, prodotti che danno dei risultati straordinari sia sotto il profilo estetico (migliore colorazione e croccantezza), ma anche e soprattutto per quanto riguarda il profumo e il gusto. Non essendo un prodotto raffinato, l’impasto realizzato con una parte di germe di grano ed esposto a frequenze musicali diventa più manipolabile, è più rilassato durante la lavorazione e migliora la sua estensibilità come se avessimo fatto un autolisi. Ci siamo inoltre accorti che con questo metodo l’impasto in cottura cuoce molto più velocemente e anche fredda la pizza non è mai tenace, ma morbida e piacevole alla masticazione. Questo non è un miracolo perché è risaputo ormai da tempo degli effetti benefici delle frequenze musicali, l’universo stesso ha una sua frequenza armonica come anche il nostro corpo.

Per la maturazione e la lievitazione dell’impasto di Sol Pizza lo sottoponiamo a frequenze e brani musicali a 432 hertz invece dei normali 440 hertz. Questo tipo di accordatura (secondo alcuni esperti musicali) risulta più bello e più morbido per l’udito con una buona influenza spirituale di chi l’ascolta. Ad abbracciare questa teoria  ci sono dei grandi sostenitori  attuali e del passato: ad esempio Giuseppe Verdi era così favorevole a questa teoria che dopo essersi consigliato con matematici e scienziati desiderava rendere universale il La corista a 432 hertz. Egli infatti sosteneva che utilizzando la frequenza di 432 hertz si potessero agevolare i cantanti lirici in modo che sforzassero meno la voce.  Ai giorni nostri Pink Floyd e Rolling Stones hanno sposato la causa dei 432 hertz  e in Italia il tenore Luciano Pavarotti, Andrea Doria e Tristano Tuis. Ecco perché durante la maturazione e lievitazione del nostro impasto utilizziamo solo musica a 432 hertz: il suono è più avvolgente, più armonico, più naturale e circonda tutto l’ambiente generando calma e serenità.

 

 

Commenti chiusi.